Articoli con tag XDA

Da XDA una nuova utility per le statistiche sul consumo di batteria

Screenshot3[1]

Per buona parte degli utenti Android, gli strumenti di statistica stock sul consumo della batteria sono sufficienti a capire come comportarsi per limitarne l’uso eccessivo ed arrivare a sera. Per chi invece ha bisogno di qualche dato in più, arriva da XDA un nuovo e potente tool: Battery Test Utility.

Sviluppato dall’utente jacksparao, l’applicazione permette di far girare diversi test su qualsiasi dispositivo Android, che calcolano una serie di informazioni riguardanti la batteria ed il modo in cui risponde alla riproduzione audio/video, così come alla navigazione sul browser.

Presentata con un’interfaccia Holo, l’applicazione è molto semplice da utilizzare: è sufficiente selezionare il tipo di test (audio, video o browser), regolare le impostazioni come luminosità, tipo di file video o audio o ancora i siti che si desiderano visitare, per poi ottenere una serie di risultati molto specifici che potrebbero portarci a capire, ad esempio, perché un album della propria playlist consuma più batteria rispetto ad un altro, o perché il sito di AW consuma meno batteria rispetto ad altri (voci non confermate dicono che ricarichi anche il telefono!).

In conclusione un ottimo strumento dedicato ai tweaker più esigenti, scaricabile gratuitamente dal Google Play Store e compatibile con tutti i dispositivi con a bordo Android 2.2 o superiore. Unico grosso neo: l’app richiede occupa ben 118 MB. Chi volesse approfondire può consultare il relativo thread su XDA. Fateci sapere le vostre impressioni.

 

Da XDA un nuovo strumento per la sicurezza del tuo smartphone

aegis0

Decad3nce, utente senior di XDA, ha rilasciato lo scorso anno un’applicazione dedicata alla sicurezza del proprio smartphone che, a differenza di altre analoghe come Cerebrus o Lookout, non utilizza alcuna connessione dati ma opera esclusivamente in locale con controllo remoto via SMS.

Basterà inviare infatti inviare un semplice SMS, con la frase che abbiamo scelto come password, per attivare una (o tutte) delle seguenti quattro azioni : bloccare il telefonoriprodurre un particolare suono (ad esempio una sirena),geolocalizzare il telefono con il GPS, formattare totalmente i dati.

Oltre alle suddette opzioni di controllo remoto, aeGis integra la possibilità di effettuare un backup delle chiamate o degli SMS attraverso Google Drive oDropbox, consente inoltre di poter esser lanciato direttamente dal dialer con un codice specifico (nascondendosi quindi dalla lista delle applicazioni) e diimpostare una password per la sua configurazione.

Lo sviluppatore, oltre a rilasciare il codice sorgente completo, ha anche predisposto una versione “donate” identica a quella gratuita per chi voglia contribuire allo sviluppo.

 

 

XDA-University inizia ad insegnare

xda-uni

Abbiamo più volte parlato di XDA-Developers e accennato in qualche occasione del nuovo progetto del portale, orientato verso l’insegnamento a 360 gradi dello sviluppo su Android: XDA-University.

Dopo un periodo iniziale in cui i contenuti scarseggiavano un po’, il team di questa università virtuale ha iniziato l’upload di alcune guide, sfogliabili online o (almeno alcune) scaricabili come eBook e PDF: la prima guida riguarda l’utilizzo di XDA-Developers, una sorta di vademecum in cui ci vengono mostrate tutte le sfaccettature dell’immenso archivio di risorse che contiene, mentre il secondo punto di questa breve lista si propone come un tutorial alla nostra prima esperienza su Android, una specie di spiegazione di ogni aspetto del nostro dispositivo, in modo che la nostra mamma, magari completamente digiuna di smartphone, possa capire appieno cosa le permette di fare il mattoncino tutto schermo e lucine che le abbiamo appena regalato.

Diverso è il discorso per l’ultima guida, che è rivolta invece a chi si affaccia all’universo del modding, che può trovare un po’ confusionario l’insieme dei termini oscuri e delle formule magiche per flashare una ROM o sbloccare un bootloader.

Se siete interessati agli argomenti sopra elencati, fate un salto ai relativi link mentre, se volete solamente sapere come si sta evolvendo questo ramo del noto portale, fate un salto alla sua home page.

Disponibile la GUI di AirCrack per Android: il più famoso tool per la sicurezza della Wi-Fi

aircrack

AirCrack (per la precisione aircrack-ng) è sicuramente un nome molto popolare in rete, specialmente se siete degli esperti di sicurezza delle reti senza fili o se semplicemente una volta nella vostra vita, nel vostro periodo lamer (non fate finta che non ci sia stato) avete cercato “crackare una rete Wi-Fi” su Google.

L’applicazione è da tempo disponibile (tramite il forum di XDA) anche per dispositivi Android, ma da oggi è tutto più semplice, grazie ad una GUI (ovvero un’interfaccia grafica) realizzata da un utente italiano, sempre del forum di XDA. L’applicazione, come è giusto che sia, non è per novizi dell’argomento, in quanto richiede permessi di root e i driver della scheda wireless compilati per supportare il monitor mode.

Al momento le schede compatibili sono le Broadcom BCM4329 e BCM4330, che riducono la lista dei dispositivi a: Nexus One, HTC Desire Z, HTC Wildfire S e Samsung Galaxy S II (quest’ultimo senza possibilità di effettuare injection).

Trovate tutto il necessario sul thread di XDA relativo.

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio