Articoli con tag ubuntu touch

I progressi di Ubuntu Phone illustrati in video su Galaxy Nexus

ubuntu phone

Jono Bacon, Ubuntu Community Manager, ha preso 10 minuti del suo tempo e li ha dedicati alla realizzazione di un video altrettanto lungo per illustrarci lo stato attuale del progetto Ubuntu Phone.

Si parlava di una versione pronta per l’uso quotidiano mesi fa, e sebbene le cose siano migliorate, forse non siamo ancora a quel punto, anche se il paragone con un sistema maturo come Android sarebbe ingrato e fuorviante a prescindere. Il tour che ci propone Bacon è comunque interessante, soprattutto se non avete voglia di provare un giro in prima persona con l’OS.

Avremo infatti modo di osservare l’interfaccia telefonica e quella per gli SMS, e l’interessante implementazione del multitasking. Non poteva mancare lanavigazione in internet, e gli amanti dei social saranno senz’altro soddisfatti dall’ottima integrazione direttamente nel sistema di Twitter e Facebook.

Tutto sommato Ubuntu Phone continua a rivelarsi accattivante, ma senz’altro ancora acerbo, tanto che il lag presente occasionalmente sul telefono è dovuto al fatto che ancora non è stato fatto alcun tipo di ottimizzazione, concentrandosi invece più sulle funzionalità. A voi il video, e il giudizio in merito.

Ubuntu per Android è tutt’altro che defunto

ubuntu per Android

Con la pubblicazione di Ubuntu Phone lo scorso febbraio le cose si sono forse fatte un po’ confuse in casa Canonical, con il precedente progetto, Ubuntu per Android, apparentemente sospeso a metà tra il nuovo OS touch e qualcosa di un po’ diverso.

Se da un lato infatti quest’anno Ubuntu ha introdotto un nuovo sistema operativo per dispositivi mobili, che solo nei modelli più performanti potrà in futuro utilizzare la così detta desktop convergence, ovvero la possibilità di “trasformarsi” in un OS Desktop collegando il telefono a tastiera, mouse e monitor, dall’altra Ubuntu per Android era e rimane qualcosa di diverso. Quest’ultimo progetto infatti non vuole rimpiazzare Android come sistema operativo, ma convivere al suo fianco: i due OS condividono infatti lo stesso kernel e sono eseguiti in concorrenza, in modo che quando colleghiamo il telefono ad una dock questo possa diventare in pratica un sistema Desktop, con accesso anche alle app del robottino, mentre quando siamo in mobilità avremo il nostro tradizionale Android a tenerci compagnia.

Ubuntu per Android è un progetto che cerca di conciliare il meglio dei due mondi, e al quale ammettiamo di guardare con particolare interesse, anche se ormai è passato più di un anno da quando l’abbiamo visto al MWC 2012 (video a fine articolo) e tutta l’attenzione adesso sembra calamitata dal Ubuntu Phone. Per questo ci fa piacere sentire qualche parola rassicurante in merito, giunta per bocca di Jono Bacon, Ubuntu community manager, che Ubuntu per Android non solo è vivo e vegeto, ma il suo sviluppo prosegue attivamente, parallelamente a quello della versione touch dell’OS.

Questo non ci dà alcuna tempistica in merito ad eventuali novità al suo riguardo, ma del resto ci siamo anche un po’ abituati ai tempi piuttosto lunghi di Canonical, e ci basta già sapere che il progetto non è stato accantonato.

Ubuntu Touch pronta all’uso quotidiano in un paio di settimane

Ubuntu-Nexus_header

Ubuntu Touch ha debuttato sulla famiglia Nexus ormai una decina di giorni fa, ma dubitiamo che chiunque abbia deciso di provarla continui tutt’oggi ad utilizzarla quotidianamente come suo principale sistema operativo (se non l’aveste ancora vista in azione, vi consigliamo di guardare la nostra anteprima). Le cose potrebbe, almeno in parte, cambiare in tempi brevi, dato che Mark Shuttleworth, fondatore di Canonical, durante un’intervista a ZDNet, ha ammesso tranquillamente che ”ora come ora non potete usarlo (Ubuntu) come sistema quotidiano, ma sarete in grado di farlo entro un paio di settimane“.

 

Shuttleworth ha inoltre confermato la volontà di aumentare a breve il numero di dispositivi supportati, rendendo noto che l’immagine della preview del sistema operativo è stata scaricata 75.000 volte nelle prime 6 ore dalla pubblicazione. Non cambiano invece i tempi per la disponibilità in commercio dei primi dispositivi basati su Ubuntu: i primi smartphone arriveranno quindi nel gennaio 2014 mentre per i tablet dovremo attendere fino ad aprile del prossimo anno.

Siamo quindi molto curiosi di vedere cosa Canonical sarà in grado di offrirci entro la metà del mese di marzo e se davvero in tempi così rapidi Ubuntu Touch cambierà volto tanto da diventare un sistema usabile quotidianamente, cosa che di certo non mancheremo di riferirvi.

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio