Articoli con tag samsung galaxy nexus

I progressi di Ubuntu Phone illustrati in video su Galaxy Nexus

ubuntu phone

Jono Bacon, Ubuntu Community Manager, ha preso 10 minuti del suo tempo e li ha dedicati alla realizzazione di un video altrettanto lungo per illustrarci lo stato attuale del progetto Ubuntu Phone.

Si parlava di una versione pronta per l’uso quotidiano mesi fa, e sebbene le cose siano migliorate, forse non siamo ancora a quel punto, anche se il paragone con un sistema maturo come Android sarebbe ingrato e fuorviante a prescindere. Il tour che ci propone Bacon è comunque interessante, soprattutto se non avete voglia di provare un giro in prima persona con l’OS.

Avremo infatti modo di osservare l’interfaccia telefonica e quella per gli SMS, e l’interessante implementazione del multitasking. Non poteva mancare lanavigazione in internet, e gli amanti dei social saranno senz’altro soddisfatti dall’ottima integrazione direttamente nel sistema di Twitter e Facebook.

Tutto sommato Ubuntu Phone continua a rivelarsi accattivante, ma senz’altro ancora acerbo, tanto che il lag presente occasionalmente sul telefono è dovuto al fatto che ancora non è stato fatto alcun tipo di ottimizzazione, concentrandosi invece più sulle funzionalità. A voi il video, e il giudizio in merito.

La prima build di Ubuntu OS arriverà il 21 febbraio su Nexus 4 e Galaxy Nexus

ubuntu phone

Era stato promesso per febbraio e così sarà: Canonical ha oggi annunciato che le immagini di Ubuntu OS per Galaxy Nexus e, a sorpresa, per Nexus 4, saranno disponibili dal 21 febbraio, esattamente tra sei giorni.

Canonical precisa che queste build sono dedicate a sviluppatori, ed essendo probabilmente ricche di bug (tanto che il rilascio ufficiale è fissato per la fine dell’anno corrente) non è consigliabile utilizzarle come principale sistema operativo sul nostro smartphone; ricordiamo anche che al lancio non sarà presente uno store di applicazioni.

Inoltre Canonical promette anche oltre alla preview  un meccanismo di aggiornamento giornaliero, in modo da poter seguire quotidianamente i progressi della famosa distribuzione Linux, e sottolinea la sua presenza all’MWC per mostrare Ubuntu agli appassionati e agli sviluppatori, sottolineando anche che le linee guide da seguire per lo sviluppo delle applicazioni sono già presenti sul sito. A seguire il comunicato stampa di Canonical.

 

Touch Developer Preview of Ubuntu to be published on 21 February 2013

  • Touch Developer Preview of Ubuntu for Galaxy Nexus and Nexus 4 will be available
  • Daily update mechanism to follow progress in Ubuntu
  • Canonical will flash phones at MWC for industry, developers and enthusiasts
  • Preview SDK and App Design Guides already available for developers building touch apps for Ubuntu

London, 15th February 2013: Images and open source code for the Touch Developer Preview of Ubuntu will be published on Thursday 21st February, supporting the Galaxy Nexus and Nexus 4 smartphones.

They are intended for enthusiasts and developers, to familiarise themselves with Ubuntu’s smartphone experience and develop applications on spare handsets. Tools that manage the flashing of the phone will be available on the same day in the Ubuntu archives, making it easy to keep a device up to date with the latest version of the Touch Developer Preview.

Attendees of Mobile World Congress (MWC) in Barcelona, 25th – 28th February can have their phones flashed to Ubuntu by Canonical team members at the Ubuntu stand, booth number 81D30, App Planet Hall 8.1, where Ubuntu will be shown on a range of devices.

The code release is a milestone in the development program for Ubuntu’s phone experience, and enables developers to port the platform to other devices. “Our platform supports a wide range of screen sizes and resolutions. Developers who have experience bringing up phone environments will find it relatively easy to port Ubuntu to current handsets” said Pat McGowan, who leads the integration effort that produced the images being released. “We look forward to adding support for additional devices for everyday testing and experimentation.”

The install process and supported device list are maintained atwiki.ubuntu.com/TouchInstallProcess and will be updated as new devices are added.

The release also marks the start of a new era for Ubuntu, with true convergence between devices. When complete, the same Ubuntu code will deliver a mobile, tablet, desktop or TV experiences depending on the device it is installed on, or where it is docked. Ubuntu 13.10 (due in October) will include a complete entry-level smartphone experience.

Canonical has published a Preview SDK and App Design Guides to allow developers to create applications for the full range of Ubuntu platforms. The toolkit provides a range of documented templates to enable native applications to be created quickly and easily. The App Design Guides explain how these templates can be used to design and build beautiful and usable apps. Blackberry Touch developers will be familiar with the Qt/QML environment, which supports rich native touch apps. Developers will not need to cross-compile or package applications differently for phone, tablet, PC and TV. One platform serves all four, a single application binary can do the same.

On Ubuntu, native and web or HTML5 applications sit as equal citizens and so those developers already developing HTML5 applications will easily gain support for Ubuntu.

“This release marks the threshold of wider engagement – both with industry and community.” says Mark Shuttleworth, founder of Ubuntu. “For developers, contributors and partners, there is now a coherent experience that warrants attention. The cleanest, most stylish mobile interface around.”

Availability: 
Go to wiki.ubuntu.com/TouchInstallProcess to download Touch Developer Preview of Ubuntu from Thursday 21st February.
Go to developer.ubuntu.com to download the SDK to develop applications for Ubuntu.
Go to http://design.ubuntu.com/apps to read the Apps Design Guide giving advice about designing and building beautiful and usable apps for Ubuntu on the phone.
Visit Canonical at Mobile World Congress: Booth Number: 81D30, App Planet Hall 8.1.

Paranoid Android 3 per Galaxy Nexus, Nexus 4, 7 e 10

paranoid android

Paranoid Android è un firmware custom che sta attirando molta attenzione su di sé ultimamente ed è quindi con piacere che lo vediamo progredire verso la versione 3.0, destinata ai quattro ultimi dispositivi Nexus.

Gli elementi caratteristici del DNA di questa ROM sono molti, a cominciare dall’Hybrid Engine del quale avete un esempio guardando la nav bar dell’immagine qui sopra, così diversa da quella standard di Android e più affine al vecchio look dei tablet pre-Android 4.2. Ma l’Hybrid Engine è in realtà molto più di questo: esso permette infatti di selezionare un layout diverso per ciascuna app, consentendovi di modificare ogni applicazione per adattarla ai vostri gusti, e non costringendo l’intero sistema a venire incontro alle esigenze di poche app. Potete ad esempio impostare dei colori diversi per ciascuna applicazione: volete la statusbar blu quando siete su Facebook perché si amalgama meglio? Potete farlo. Vi piacciono i toni del grigio quando usate Gmail? nessun problema.

Abbiamo inoltre già visto come il team si sia dedicato alla calibrazione dello schermo del Nexus 4, ed alla creazione di un sistema di navigazione alternativo a quello di Android, chiamato non a caso PIE control system, che in pratica consiste in una nav bar semi-circolare a scomparsa, che consente di poter sfruttare l’intero spazio a disposizione sui display di un dispositivo Nexus.

E se dopo tante chiacchiere volete un po’ di azione, non vi resta che dirigervi sul thread apposito per il vostro dispositivo, controllando magari la presenza di porting non ufficiali se il vostro modello non fosse incluso. E non dimenticate di dare un’occhiata ai video dopo lo stacco per una piccola anteprima di quello che vi aspetta.

Apple perde una chance per un nuovo ban su Galaxy Nexus

Apple Galaxy Nexus

La scorsa estate Apple era riuscita ad ottenere la messa al bando del Galaxy Nexus, poi revocato poco tempo dopo. La casa di Cupertino aveva però richiesto di riconsiderare la cosa, ma stando alle ultime informazioni in merito la corte d’appello avrebbe rifiutato tale pretesa, che per la verità raramente viene accolta in casi analoghi.

L’oggetto del contendere, se ben ricordate, è un brevetto in materia di ricerche. Per avvalorare l’ingiunzione però, Apple avrebbe dovuto dimostrare chetale funzione è talmente importante per il Galaxy Nexus da spingere i consumatori ad acquistarlo, il che è piuttosto difficile da dimostrare, considerando anche la varietà di funzioni a disposizione dello smartphone. In ogni caso gli avvocati di Cupertino potrebbero sempre appellarsi alla Corte Suprema, sebbene questo non aumenti le probabilità di successo, ma casomai dimostrerebbe solo la tenacia della mela morsicata.

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio