Articoli con tag giochi android

Playjam ci mostra come viene prodotto GameStick

gamestick

A dispetto dei suoi ritardi, Playjam mostra l’orgoglio che nutre per il suo GameStick pubblicando un video con il “backstage” della produzione della console. Ci avventuriamo così nella fabbrica dove viene prodotto il pad-pennina con Android, che tra poco più di un mese sarà pronto per il debutto col grande pubblico.

Non scopriamo nulla di nuovo, e il filmato assomiglia molto ad altri analoghi rilasciati nel corso del tempo dai vari produttori, ma chi siamo noi per snobbare Playjam? Se avete voglia e tempo (solo tre minuti), il video vi attende dopo lo stacco.

Google annuncia Play Games Services: multiplayer, classifiche, trofei e salvataggi nella cloud per tutti gli Android e non solo!

12

Non possiamo definirlo una sopresa, ma questo non ha reso il suo avvento meno gradito, e da oggi il gaming su Android è passato davvero al prossimo livello: quello sulla nuvola.

  • Cloud Save: i salvataggi dei giochi sono ora nella cloud, il che significa che possiamo iniziare una partita su smartphone, interromperla, e poi riprenderla su tablet esattamente da dove l’avevamo lasciata
  • Trofei e leaderboards: grazie alla profonda integrazione con Google+ potremo invitare le nostre cerchie a partecipare ad una sessione inmultiplayer direttamente all’interno dell’app, e consultare poi i nostri risultati in classifiche sia a livello globale, che limitate al nostro gruppo di amici

Tra i primi giochi che sono già stati aggiornati per trarre vantaggio di queste nuove funzionalità segnaliamo: World of Goo, Super Stickman Golf 2, Beach Buggy Blitz, Kingdom Rush, Eternity Warriors 2, e Osmos, ma ovviamente altri arriveranno in futuro.

La mossa però che nessuno aveva visto arrivare è quella del cross-platform:l’SKD per Google Play game services sarà infatti disponibile non solo per Android, ma anche attraverso un SDK nativo per i giochi su iPhone e iPad. Gli sviluppatori interessati troveranno maggiori informazioni sul sito di google developers, mentre dopo lo stacco vi lasciamo il comunicato stampa ufficiale.

 

 

Introducing Google Play game services (May 15th, 2013)

We love to talk about games at Google. Especially the old ones, like Pac-man, Pitfall and Frogger. Since those classics, games have changed a lot. They’ve moved from that clunky box in your living room to the screen that you carry with you in your pocket wherever you go. They’re mobile, they’re social, and they’re an important part of Google Play.

Today, we’re launching Google Play game services, a core part of building a gaming platform for the next generation of games. These services help you make your games more social, with achievements, leaderboards, and multiplayer, as well as more powerful, storing game saves and settings in the cloud. They are available on Android, and many on iOS or any other connected device. By building on Google’s strengths in mobile and cloud services, you can focus on what you’re good at as game developers: creating great gaming experiences for your users.

With game services, you can incorporate:

Achievements that increase engagement and promote different styles of play.
Social and public leaderboards that seamlessly use Google+ circles to track high scores across friends and across the world.
Cloud saves that provide a simple and streamlined storage API to store game saves and settings. Now players never have to replay Level 1 again.
Real-time multiplayer for easy addition of cooperative or competitive game play on Android devices. Using G+ Circles a game can have up to 4 simultaneous friends or auto-matched players in a game session together with support for additional players coming soon.

Several great Android games are already using these new game services, including World of Goo, Super Stickman Golf 2, Beach Buggy Blitz, Kingdom Rush, Eternity Warriors 2, and Osmos.

Google Play game services are available today through an SDK for Android, and a native iOS SDK for IPhone and iPad games. Web and other platform developers will also find corresponding REST APIs, with libraries for JavaScript, Java, Python, Go, Dart, PHP, and more.

We’re excited to see what games will do with these new services and experiences, and this is only the beginning. Wait until you get to the boss battle… er.. Check out our developer site to get started: https://developers.google.com/games/

Greg Hartrell, Lead Product Manager

OUYA ottiene altri 15 milioni di dollari di finanziamenti, ma la data di lancio slitta al 25 giugno

ouya

Grazie a nuovi investitori (tra i quali Kleiner Perkins Caufield & Byers, Mayfield Fund, NVIDIA, Shasta Ventures, ed Occam Partners), la celebre console OUYA è riuscita a racimolare ben 15 milioni di dollari di ulteriori finanziamenti, che contribuiranno senz’altro (o almeno così speriamo) alla crescita del progetto. Purtroppo queste buone notizie non ne portano immediatamente altre, dato che la domanda nei confronti della console è stata così elevata da averne fatto slittare la data di lancio, inizialmente prevista per il 4 giugno, di tre settimane, in modo da avere il tempo di produrre ulteriori modelli della console. Questo cambiamento non affliggerà comunque le spedizioni di coloro che hanno finanziato il progetto su Kickstarter o l’hanno pre-ordinato, dato che questo ultime proseguono regolari.

Auralux non è più un’esclusiva Tegra: lo strategico è disponibile per molti altri dispositivi

auralux

Risale a luglio 2012 la notizia dell’arrivo sul Play Store di Auralux, un peculiare gioco di strategia indie, già disponibile per PC, che al momento del suo arrivo era stato lanciato come esclusiva Tegra (a detta dello sviluppatore i molti effetti di luce erano migliori grazie ai SoC di NVIDIA). A quasi un anno di distanza il gioco lascia questa esclusività e diventa disponibile anche per i “comuni mortali” (se ci passate la battuta).

Di cosa si tratta: Auralux è uno strategico davvero particolare, che si basa sul controllo di eserciti di particelle colorate. Il giocatore, tramite l’uso di nuvole composte da queste particelle, deve conquistare dei nuclei colorati che permettono di generare ancora più particelle. Il meccanismo si basa sul fatto che ci siano altri giocatori controllati dalla CPU che combattono per il controllo completo di tutti i nuclei. I combattimenti tra particelle inoltre provocano suoni che vanno a comporre musiche rilassanti.

Il gioco è gratuito e, come detto all’inizio dell’articolo, non è più un’esclusiva Tegra. Gratuito sì, ma con gli acquisti in-app atti a sbloccare ulteriori livelli di gioco. Che dire quindi: vi lasciamo con il link al Play Store così potrete provare con mano tutti i pregi di un gioco originale (che è comunque ispirato a precedenti titoli per PC e non solo).

 

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio