Articoli con tag display

Evento LG il 30 maggio: nuovo Optimus G in vista?

 

LG invita la stampa ad un evento che si terrà il prossimo 30 maggio a Macau, il cui invito, che potete vedere qui sopra, lascia chiaramente intendere l’arrivo di un nuovo smartphone della serie Optimus G. In realtà ci sono comunque molti dubbi, nel senso che sembra un po’ troppo presto per Optimus G2, almeno stando alle voci che lo vorrebbero dotato di Snapdragon 800, e si potrebbe quindi pensare o ad una nuova presentazione di Optimus G Pro per altri mercati (del reste deve ancora arrivare anche sul nostro), oppure ad un modello del quale finora non è emersa alcuna indiscrezione in rete.

Quel che è certo è che sembra esserci particolare enfasi sul display, almeno a giudicare dall’esplosione di colori nell’invito, anche se in fondo questa è un po’ una “tradizione” LG, che non ci rivela niente di significativo. Dovremo quindi aspettare un’altra ventina di giorni, a meno di indiscrezioni anzitempo. Voi cosa ne pensate?

La prossima generazione dei Google Glass sarà come dei normali occhiali?

Google-Glass-see-through

Abbiamo discusso spesso del design dei Google Glass, che per quanto non definitivo sembra ormai aver assunto una sua linea, che a quanto ci dicono i primi utilizzatori riesce anche a passare piuttosto inosservata tra la gente, a dispetto della sua particolarità. Ma come cambierebbero le cose se gli occhiali di Google esteriormente fossero proprio come un paio di comuni modelli?

Stando ad un recente brevetto (la cui richiesta è però di vecchia data, quindipotrebbe benissimo essere un progetto scartato), Google sarebbe infatti già al lavoro su una futura versione di Glass con display see-through, ovvero un in cui “vedere attraverso” in condizioni di normale utilizzo. Esso infatti utilizzerebbe una speciale “grata di diffrazione” che farebbe in parte filtrare indisturbata la luce ambientale, in modo da poterci vedere attraverso senza (troppi) problemi. Un altro elemento si occuperebbe invece di focalizzare direttamente sull’occhio le immagini generate artificialmente, un po’ come già avviene su Glass.

È difficile dire se e quando una simile tecnologia potrà davvero essere impiegata, e se da una parte tutto questo sembra (quasi) fantascienza, c’è da dire che fino a poco più di un anno fa anche i Google Glass lo sembravano. Quel che è certo è che quella dell’ottico diventerà una professione sempre più richiesta, nei prossimi anni.

HP rivela un nuovo schermo 3D con un angolo di visione fino a 90°

Ologramma Principessa Leila

Il prossimo giovedì un articolo tecnico da parte di HP verrà pubblicato sulla rivista scientifica Nature riguardo lo sviluppo di un nuovo schermo per dispositivi portatili che offre immagini 3D che non richiedono l’uso di occhiali(autostereoscopico). Nulla di nuovo in apparenza, sappiamo bene che LG e HTC hanno rilasciato smartphone di questo genere, e sappiamo anche che molti utenti si sono lamentati dei “mal di testa” che questa tecnologia può provocare; ad oggi l’unico dispositivo che è riuscito a riscuotere un discreto successo è il Nintendo 3DS.

Quindi perché tutto questo “rumore”? Finora gli utenti erano costretti a fissare lo schermo stando praticamente allineati ad esso; la nuova scoperta di HP, invece, permetterebbe di muoversi fino a 45° dal centro, donando un’esperienza più naturale e soprattutto alleggerendo incredibilmente la concentrazione necessaria a vedere l’illusione della terza dimensione. Il metodo di fabbricazione di questa nuova generazione di schermi consiste nell’uso della nanotecnologia per incidere nel vetro tanti piccoli cerchi con delle scanalature che curvano la luce formando 64 punti di vista: quando un utente si muove rispetto allo schermo vedrà sempre due di questi punti contemporaneamente, uno per ciascun occhio, creando l’effetto stereoscopico.

Infine, per tutti gli appassionati di fantascienza, una piccola chicca: David Fattal, autore principale dell’articolo, paragona l’effetto che si ottiene con l’ologramma della Principessa Leila visto nel primo episodio di Star Wars, nonostante sia ancora lontano da “uscire dallo schermo” in quel modo. Parlando di film, non aspettatevi di vedere questa tecnologia applicata al cinema: anche se le immagini generate a computer potrebbero facilmente fornire i necessari 64 punti di visione, le riprese dal vivo richiederebbero ben 64 cineprese puntate sulla scena!

Ecco un kernel per migliorare il display del Nexus 4

LG Nexus 4 09

Uno degli aspetti del Nexus 4 del quale ci lamenteremmo meno è la qualità del suo display, eppure l’uomo, si sa, è sempre alla ricerca della perfezione, e allora ben vengano due nuovi kernel atti a migliorare ancora la resa cromatica del googlefonino. Gli autori di questa mod sono gli stessi della ROM Paranoid Android, che abbiamo avuto occasione di ammirare in azione proprio recentemente grazie al suo nuovo sistema di navigazione full screen, che non hanno fatto altro in pratica che mescolare le impostazioni dell’Optimus G con quelle del Nexus 4, allo scopo di ottenere la proverbiale quadratura del cerchio in termini di qualità del display.

Colori vividi ma senza una saturazione eccessiva, neri intensi e bianchi luminosi, accompagnati da una grande uniformità nella resa cromatica (c’è ancora un po’ di lavoro da fare sui grifi più scuri): questo è quanto promesso, e se giudicavate “slavati” i colori del Nexus 4 (di nuovo: noi non ci saremmo spinti a dire tanto), probabilmente siete davanti a ciò che fa per voi.

I kernel disponibili sono in realtà due, si installano entrambi da recovery modificata, e dovrebbero in teoria funzionare su qualsiasi ROM (ma non sono ancora stati provati a fondo, quindi attenti a ciò che fate):

E siccome la qualità grafica è una cosa soggettiva, vi lasciamo anche il kernel originale da scaricare e ripristinare in caso di problemi o se il risultato non vi soddisfacesse.

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio