Articoli con tag android 4.3

Notifiche facilmente accessibili dalle app di terze parti? Forse realtà con Android 4.3

gs4 android 4.3

Al momento tutte le applicazioni che necessitano di leggere le notifiche presenti nella relativa barra hanno bisogno di essere abilitate dall’apposita sezione di Accessibilità di Android e, attraverso un piccolo hack, questi software possono scorrere le notifiche fino a trovare quella che cercano.

Forse, per la gioia di tutti gli sviluppatori (noi compresi), Google ha deciso di aprire una porticina in questa direzione e ha pensato ad alcuni nuovi permessi, ACCESS_NOTIFICATIONSBIND_NOTIFICATION_LISTENER_SERVICE, che potrebbero dare accesso a tutte le applicazioni di terze parti ai dati contenuti nella nostra barra. Purtroppo questa al momento è una mera supposizione, in quanto il livello di protezione richiesto per l’utilizzo di queste permission è di system app o Google app, il che richiederebbe almeno i permessi di root per spostare la nostra applicazione tra quelle di sistema, un’operazione che potenzialmente potrebbe non andare a genio a tutti gli utenti.

Questi due permessi non sono comunque l’unica novità relativa alle notifiche che possiamo aspettarci dalla prossima release di Android: stando a quanto hanno scovato i colleghi di Android Police, una nuova voce nelle nostre impostazioni ci condurrà ad una sorta di storico di tutte le nostre notifiche e dei listener installati.

Passiamo quindi alle speculazioni: cosa bolle in pentola? Una possibile ipotesi è che a Mountain View abbiano scelto di tenere privati questi permessi fino all’uscita delle API, abbassando poi il livello di autorizzazione per permettere a tutti gli sviluppatori di usare queste funzionalità (magari previa autorizzazione?). Un’altra e quantomai poco verosimile idea è che Big G potrebbe darci un modo per spostare le applicazioni che vogliamo tra quelle di sistema senza dover utilizzare i permessi di root, ma questa ipotesi ci sembra un po’ lontana dal modo di pensare di Google (senza contare le implicazioni di sicurezza).

Dopo le novità sul Wi-Fi e quest’ultima scoperta inerente le notifiche, non possiamo negare che l’hype sia un po’ salito, nonostante novità di grosso calibro all’orizzonte non ce ne siano: non ci resta quindi che augurarci che Android 4.3 e le API 18 arrivino al più presto.

Aggiornamento: a quanto pare, questa tecnologia potrebbe essere focalizzata sui produttori di ROM, che potrebbero avere un accesso facilitato alle notifiche senza dover mettere mano pesantemente al codice, o almeno così traspare dal commento di Jean-Baptiste Quéru, nel quale spiega che lapermission signature è da intendersi per ogni applicazione che è firmata con la stessa chiave del sistema operativo, quindi la stessa che usano i vari Samsung, HTC e compagni. Speriamo che questo sia  davvero l’inizio della lotta alla frammentazione.

Wi-Fi sempre attivo di default in Android 4.3

gs4 android 4.3

Android 4.3 è a suo modo realtà, grazie al firmware di test trapelato per Galaxy S4un paio di giorni fa. Sarò sincero, personalmente è una cosa che non ho apprezzato: per quanto riguarda lo sviluppo di Android preferirei attenermi a ciò che è ufficiale, senza presunti spoiler che hanno lo stesso sapore di uno che ti racconta la trama di un film che andrai a vedere, senza contare la perdita di tempo nel chiedersi cosa ci sarà di vero e definitivo in un firmware che per molti aspetti è affine alla 4.2. Considerazioni personali a parte, qualcosina di diverso c’è, fotocamera, sfondi e altri minori dettagli estetici a parte: la gestione del Wi-Fi.

Questo rimarrà sempre in parte attivo in modo che le app sappiano trovare meglio la nostra posizione basandosi sulle reti vicine. Chiariamo comunque che si tratta solo di un’impostazione di default che può benissimo essere disabilitata nelle impostazioni avanzate della rete wireless. Probabilmente in questo modo Google migliorerà anche la propria mappa delle reti Wi-Fi, rilevando i vari SSID delle reti che il nostro telefono troverà anche se non connesso.

Nota a margine, sembra che in Android 4.3 saremo in grado di ricercare contatti in rubrica digitando i numeri nel tastierino numerico del telefono: incredibile che finalmente ci siano arrivati!

Il Nexus 7 (ri-)riceve la certificazione Bluetooth, questa volta con Android 4.3

nexus 7 bluetooth

Il Nexus 7 è in circolo ormai da quasi un anno, quindi è ovvio che ai suoi tempi avesse già ricevuto la certificazione Bluetooth, ma a quanto pare è stato necessario che il tablet di Google-ASUS la ottenesse nuovamente, probabilmente in seguito alle novità introdotte da Android 4.3, che proprio in materia di Bluetoothlow energy sembra avrà qualcosa da dire.

Come potete vedere dall’immagine qui sopra infatti, un dispositivo a marchio ASUS con numero di modello ME370T (ovvero quello del Nexus 7) ha avuto la sua certificazione Bluetooth convalidata giusto ieri, e il numero di versione del software recita JWR11, che dovrebbe corrispondere appunto alla prossima versione di Android. Il suo rilascio si fa quindi sempre più prossimo, anche se questo non ci fornisce indicazioni esatte sulla data: qualcuno parla del 10 giugno, altre voci invece si spingono fino a luglio; in linea di massima comunque entro al massimo un paio di mesi dovremmo esserci.

La nuova versione dell’OS sarà comunque solo un minor update, con cambiamenti lievi a livello macroscopico; uno di questi in realtà l’abbiamo già visto, e si riferisce all’interfaccia della fotocamera che vi riproponiamo qui sotto.

Avvistato su XDA un Nexus 4 con Android 4.3, sarà reale?

nexus-4-android-4.3

Quella che vede qui di fianco potrebbe essere la prima foto di uno smartphone con Android 4.3 installato: essa è stata postata su XDA e proviene dal Thailand Mobile Expo.

Veniamo subito al dunque: falsificare la versione di Android è davvero un’operazione facile per chi ha un minimo di conoscenza nel settore, ma tendiamo a credere che questa immagine sia vera per alcuni motivi: in primo luogo la build (JWE45B) coincide con quelletrapelate da alcuni server log (seppure ovviamente potrebbe essere falsificata anche questa). In secondo luogo, non è l’unica immagine trapelata, e l’immagine della nuova fotocamera sembra davvero reale.

Infine, troviamo nell’immagine anche il nome occamf, il che ci fa supporre che questa sia una versione diversa dal classico Nexus 4 che conosciamo, il cui nome è occam; che sia la versione LTE? Se fosse stato un falso, perché non lasciare occam?

Le ipotesi possibili sono molte, ma non vogliamo addentrarci troppo nel mondo della speculazione; vi lasciamo quindi con questa breve galleria di immagini, invitandovi a dirci la vostra opinione nei commenti.

 

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio