Articoli con tag android 4.2.2

Android 4.2.2 e Sense 5 su HTC One X a inizio estate?

htc one x

HTC aveva già annunciato che alcune delle novità della Sense 5 sarebbero state portate sui precedenti modelli (in particolare One X, One X+ e One S), ma non venne fornita una tempistica precisa al riguardo.

Maggiori informazioni sembrano al momento indicare come probabile data di rilascio i mesi di giugno e luglio almeno per quanto riguarda il One X, mentre ci aspettiamo una data simile se non antecedente per il One X+, mentre il One Ssarà con tutta probabilità l’ultimo della triade a ricevere l’update; vi ricordiamo che in ogni caso queste non sono informazioni ufficiali, e dunque, seppur siano plausibili, potrebbero essere errate.

Non sappiamo ancora con certezza se tutte le novità verranno portate sui modelli precedenti (escludiamo a priori quelle che richiedono caratteristiche hardware non presenti, come l’applicazione per usare lo smartphone come telecomando), o meno, dunque non ci rimane che attendere qualche mese per scoprirlo.

Galaxy S II e Galaxy Note forse arriveranno ad Android 4.2.2. Android 5.0 per S III e Note II.

morph-wordly

Prendete la notizia seguente con ampio beneficio del dubbio, perché non si tratta certo di un annuncio ufficiale da parte di Samsung, ma solo di un report diSamMobile, che in materia di aggiornamenti non ha un “curriculum impeccabile”. Si tratta di una lista preliminare fornitagli da una fonte interna a Samsung per quanto riguarda gli aggiornamenti futuri dei vari modelli dell’azienda, che svela dettagli piuttosto interessanti.

Anzitutto Galaxy S II (Plus incluso) e Galaxy Note dovrebbero essere aggiornati anche ad Android 4.2.2 (assieme ad altri modelli), che segnerà per loro l’ultimo update ufficiale disponibile. Con tutti i nuovi dispositivi da tenere al passo, ci immaginiamo comunque che questo aggiornamento, se confermato, avrà comunque priorità bassissima, e non ci aspettiamo di vederlo concretizzarsi prima di diversi mesi

I modelli per ora destinati a passare ad Android 5.0 inoltre, sarebbero solo (per l’appunto) 5: Galaxy S III, Galaxy S4, Note II, Note 8.0 e Note 10.1, confermando in pratica la famiglia Galaxy S e Note come veri “portabandiera” (ormai mi piace questa parola) dell’azienda. Riguardo proprio la prossima versione di Android, la stessa fonte ha confermato che si tratterà di un major update che richiederà del tempo per essere portata su altri dispositivi che non siano la famiglia Nexus.

Infine pare che molti modelli di fascia media del  2012 / 2013 non saranno aggiornati di versione, ma riceveranno il classico value pack, che già in passato Samsung ha “elargito” come surrogato in luogo di una nuova release di Android.

Di nuovo: la lista non è né completa, né confermata, e se da una parte non mettiamo certo in dubbio gli aggiornamenti per GS4, GS3 e Note II, tutto il resto è senz’altro meno credibile, almeno al momento. In ogni caso “ambasciator non porta pena”: a voi l’elenco.

“capolinea” ad Android 4.2.2

  • GT-I9080 – Galaxy Grand
  • GT-I9082 – Galaxy Grand DUOS
  • GT-I8190 – Galaxy S III mini
  • GT-I8730 – Galaxy Express
  • GT-I9100 – Galaxy S II
  • GT-I9105 – Galaxy S II Plus
  • GT-I9260 – Galaxy Premier
  • GT-N7000 – Galaxy Note
  • GT-S6310 – Galaxy Young
  • GT-S6312 – Galaxy Young DUOS
  • GT-S6810 – Galaxy Fame
  • GT-S7710 – Galaxy X Cover 2

Aggiornati ad Android 5.0

  • GT-I9300 – Galaxy S III
  • GT-I9305 – Galaxy S III LTE
  • GT-I9500 – Galaxy S 4
  • GT-I9505 – Galaxy S 4 LTE
  • GT-N5100 – Galaxy Note 8.0
  • GT-N5105 – Galaxy Note 8.0 LTE
  • GT-N5110 – Galaxy Note 8.0 Wi-Fi
  • GT-N7100 – Galaxy Note II
  • GT-N7105 – Galaxy Note II LTE
  • GT-N8000 – Galaxy Note 10.1
  • GT-N8005 – Galaxy Note 10.1 LTE
  • GT-N8010 – Galaxy Note 10.1 Wi-Fi

Come la crittografia ci può aiutare ad immagazzinare in sicurezza le nostre credenziali

Random-Droid

Pochi giorni fa, parlavamo delle novità sulla sicurezza introdotte dal nuovo aggiornamento 4.2.2 di Android, rimandando ad un futuro articolo la trattazione della crittografia in ambito mobile e puntuale è arrivato l’articolo in merito sul blog degli sviluppatori. Quello che ci viene presentato è un breve post circa la conservazione delle password all’interno del dispositivo con alcuni appunti ed esempi importanti su come fare e, soprattutto, cosa non fare durante lo sviluppo dei nostri applicativi.

Per gli addetti ai lavori (o per chi si interessa almeno un pochino alla questione), il suggerimento è di fare un salto direttamente alla fonte, dove si possono trovare, degli snippet di codice di cui fare tesoro: con il tema sulla sicurezza che periodicamente torna ad affacciarsi sul panorama Android, a volte in modo anche troppo sensazionalistico, è una lettura più obbligatoria che facoltativa. In questo e in altri temi l’ecosistema Android ha per forza bisogno dell’aiuto degli sviluppatori, che sono chiamati non solo a fare nuove app, ma a farle in un certo modo, perché dal loro proliferare e dalla loro qualità dipendono quelle del sistema operativo in generale: non siete forse d’accordo?

Paranoid Android passa a 4.2.2 e rilascia la prima Release Candidate

paranoid android

 

La Paranoid Android è una ROM che sta facendo parlare sempre più spesso di sé: candidata a diventare una tra le più agguerrite concorrenti dei custom firmware più blasonati, per non rimanere indietro a CyanogenMod, nella sua edizione 3.0ha abbracciato anche lei l’ultimissima versione di Android (la 4.2.2) in concomitanza con l’arrivo della prima versione Release Candidate.

Avevamo parlato dell’arrivo di Paranoid Android 3 circa una settimana fa, quando aveva fatto la sua comparsa per i dispositivi Nexus (Galaxy Nexus, Nexus 4, Nexus 7 e Nexus 10, nello specifico) e torniamo a discuterne oggi  poiché due giorni fa è stata pubblicata la Release Candidate R1, che spicca per stabilità e solidità, senza tralasciare tutte le funzionalità che la accompagnano da tempo.

Ricordiamo, tra le altre, l’oramai immancabile Hybrid Engine, che consente di impostare un layout in stile tablet nonché di personalizzare i colori di ogni singola applicazione per modificarla a nostro gusto e il sistema di navigazione PIE,recentemente aggiornatosi, che ci fa salutare barra dei menu e delle notifiche a favore di un utilizzo a tutto schermo dei nostri dispositivi.

Ancora una volta, se siete tra i fortunati possessori di uno dei device supportati potete trovare i link per i thread su XDA e una presentazione video dopo lo stacco.

 

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio