AndroidGames News

Google rimuove un gioco sul conflitto israelo-palestinese: Bomb Gaza

 

Bomb Gaza

È oggi salita agli onori della cronaca la rimozione di un’app dal Google Play Store, al secolo Bomb Gaza, nella quale il giocatore impersonava un militare israeliano dedito a bombardare Gaza.

Pubblicata sullo store lo scorso 29 luglio, l’app invitava a “sganciare bombe evitando i civili”, il che in parte riflette ciò che sta davvero accadendo. Il gioco è stato comunque accolto con pesanti critiche, anche perché la sua “classificazione dei contenuti” indicava “maturità bassa”.

 

Google ha poi confermato di averla rimossa dallo store per violazione delle sue policy, senza per altro specificare quali, con precisione, dato che non si tratta comunque del solo gioco simile che è possibile trovare su Google Play.

In ogni caso, policy o non policy, c’è sempre un confine molto labile tra ciò che è consentito e ciò che la “pubblica decenza” può tollerare, e se un’app rientrasse nel primo caso ma non nel secondo, non è detto che possa dormire sonni tranquilli.

Modern Combat 5 Blackout sarebbe in dirittura d’arrivo su smartphone e tablet

Modern Combat 5 Blackout

Era da novembre dell’anno scorso che non parlavamo di Modern Combat 5 sulle pagine di AndroidWorld. Gameloft, la famosa software house francese, aveva infatti rimandato il nuovo capitolo del suo celebre FPS dedicato al panorama del mobile gaming al 2014. Dopo svariati mesi è proprioGameloft a parlare nuovamente del suo titolo e a svelare qualche piccolo nuovo dettaglio a riguardo, forse spinta anche dalle continue richieste degli utenti in merito. Basta infatti farsi un giro sulle pagine ufficiali della società o su qualsivoglia video di YouTube relativo ad uno dei loro giochi per leggere decine e decine di commenti e richieste relative a questo quinto nuovo capitolo.

 

Pare che Modern Combat 5 Blackout, questo il titolo completo del nuovo FPS, potrebbe arrivare sugli store virtuali di iOS e Android nelle prossime settimane. La storia inizierà proprio a Venezia, già ampiamente mostrata nei precedenti trailer e hands-on del titolo. Il protagonista, il soldato sceltoPhoenix, verrà spedito nella celebre cittadina italiana per proteggere un convoglio di WMD(Weapon of mass destruction – armi di distruzione di massa).

I problemi cominceranno quando un gruppo di terroristi ben armati attaccherà il convoglio. L’azione si protrarrà in seguito anche in altre città, come ad esempio Tokyo. Gameloft promette che questo quinto capitolo sarà visivamente spettacolare: la speranza è che anche il gameplay e la storia siano all’altezza delle aspettative. Nei prossimi giorni potrebbero arrivare ulteriori notizie ed approfondimenti.

Il primo ed intramontabile DOOM arriva su Android per festeggiare il 20° anniversario del gioco

 

Doom Header

Il leggendario DOOM approda ufficialmente su Android tramite un porting fedelissimo all’originale senza aver alterato nessun tipo di elemento di gioco.The Original DOOM festeggia così l’uscita nel Play Store in occasione del ventesimo anniversario dall’uscita del primo capitolo, assieme a Wolfenstein 3D, uno degli esempi più noti del genere sparatutto in prima persona.

Eltechs ExaGear, la casa di sviluppo che si è occupata della trasposizione del gioco, afferma di aver utilizzato una miscela tra virtualizzazione del gioco originale e ricompilazione di alcune parti del codice binario per dar vita a questo titolo, senza apportare alcun tipo di alterazioni ed allo stesso tempo utilizzando sofisticati algoritmi di elaborazione, portare un’elevata esperienza di gioco agli utenti finali.

Doom Android Original Game

In breve tempo si possono così ottenere porting fedeli all’originali, pienamente compatibili ed ottimizzati per dispositivi ARM ed x86, e tra i progetti futuri arriveranno sicuramente altre conversioni di vecchi giochi per Android. Per il momento tuttavia il gioco non è ancora disponibile nel Play Store, nonostante attraverso la pagina ufficiale degli sviluppatori vi sia la conferma della disponibilità gratuita del gioco nel Play Store.

Ingress si aggiorna ed è ufficialmente fuori dalla beta

ingress

Lanciato ormai più di un anno fa, Ingress, il gioco di NianticLabs@Google, termina ufficialmente il suo stato di beta, “festeggiando” con un evento a cui hanno preso parte appassionati giocatori da oltre 200 paesi nel mondo, a dimostrazione della presa ottenuta sul pubblico.

Oltre alla simbolica rimozione del suffisso beta, l’ultimo aggiornamento ha modificato il design del tab OPS, aggiunto il supporto alla medaglia del fondatore, ridotto l’uso di memoria e sistemati alcuni bug.

L’addio alla beta non cambierà probabilmente nulla per la popolarità del gioco, che è già da qualche tempo accessibile a tutti senza invito, ma è la testimonianza dell’impegno dei NianticLabs verso un progetto che forse da noi non ha preso tantissimo piede, ma che ha dimostrato di avere proseliti in tutto il mondo: qualcuno di voi lo è?

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio