Android

Android Lollipop si disconnette da solo dalle Wi-Fi senza connessione

Android Lollipop Googleplex

Sarà capitato anche a voi di collegarvi a qualche rete pubblica nella quale poi non potevate navigare: segnale debole o assente, autorizzazione richiesta o altri problemi; magari all’inizio un po’ andava e l’avete lasciata stare, salvo poi scoprire ore dopo che eravate offline. Ebbene, Android 5.0 Lollipopviene incontro anche a questi problemi, passando automaticamente da Wi-Fi a rete mobile, se disponibile, qualora la prima non fornisca una connessione utile.

LEGGI ANCHE: Android 5.0 Preview LPX13D, la nostra prova (foto e video)

Non ci eravamo accorti di questo dettaglio nella nostra prova di Android 5.0 essendo sempre rimasti su Wi-Fi affidabili, ma a quanto pare non solo il sistema funziona, ma avvisa anche l’utente con un bel “!” nella barra di stato a fianco dell’icona wireless o anche di quella di rete mobile, qualora fosse quest’ultima ad avere problemi.

Notare tra l’altro che Samsung ha implementato da tempo una simile funzione nella sua interfaccia: magari è solo una coincidenza, o forse è un ulteriore sintomo della rinnovata collaborazione tra le due aziende, dopo Knox.

A questo aggiungete un’altra novità importante ma più nascosta: grazie al nuovo job scheduler,Android Lollipop blocca le richieste di sincronizzazione di tutte le app qualora non vi sia una connessione dati attiva, impedendo loro di consumare inutilmente energia con tentativi che non porterebbero a nulla. La batteria ringrazia, e l’utente è avvisato nella status bar: che volete di più?

 

Android 5.0 Lollipop renderà inutilizzabili gli smartphone rubati

Android Lollipop Googleplex

Ne avevamo già sentito parlare e pur non essendo una delle novità messe in evidenza quest’oggi da Google nell’annuncio dei nuovi Nexus e di Android 5.0 Lollipop, la sicurezza nei confronti dei furti di smartphone sarà rafforzata.

Queste misura è in parte dovuta alle leggi in vigore nella giurisdizione della California, ma farà piacere a tutti i possessori di uno smartphone: in inglese questa funzionalità è chiamata Factory Reset Protection e in breve significa che per poter essere ripristinato un telefono richiederà la password del vostro account, rendendo praticamente inutilizzabile lo smartphone per i ladri, a meno che non sappiano la vostra password.

 

Non vogliamo dire che ciò risolva il problema dei furti di smartphone, ma di certo sarà un deterrente col tempo per i potenziali ladri.

VLC si aggiorna preparandosi per Android 5.0 Lollipop e presto uscirà dalla beta

VLC-Android-

VLC, l’app che arrivò per Android già nel 2011 e ancora oggi non è uscita dalla beta, ha annunciato grandi novità: innanzitutto è stata rilasciata sul Play Store la versione 0.9.10 dell’app, che sarà l’ultima prima dell’arrivo della 1.0, la quale segnerà finalmente la fine del periodo beta.

Per quanto riguarda le novità abbiamo il supporto ad Android 5.0 per l’hardware decoding e ai processore ARMv8, un nuovo navigation drawer, la rimozione dell’avviso di beta e il mantenimento nella status quando i video sono in pausa.

 

Attendiamo dunque ora il rilascio della versione 1.0 sperando che finalmente VLC riesca a fare un deciso salto di qualità anche sul robottino verde.

Quali dispositivi saranno aggiornati ad Android 5.0 Lollipop?

Lollipop lecca-lecca originale

Ogni volta che arriva una nuova versione di Android, la domanda che tutti (o quasi) si pongono è sempre la stessa: il mio dispositivo sarà aggiornato? Adesso che Android 5.0 Lollipop è stato ufficialmente annunciato possiamo fare un po’ il punto della situazione in tal senso, senza lasciarci in fantasiose congetture della vigilia, ma basandoci anche sulle conferme ufficiali che già in queste poche ore sono arrivate da molte parti.

LEGGI ANCHE: Android 5.0 Lollipop: tutte le novità

Andiamo quindi con ordine procedendo per marchio anziché per modello o per una generica probabilità:

ASUS

ASUS non ha comunicato nulla di ufficiale, ma pensiamo che tutta la famiglia Zenfone verrà aggiornata ad Android Lollipop, seguita forse da un imprecisato numero di Padfone/Fonepad/MeMO Pad, ecc.

Google

Può sembrare banale ma dobbiamo considerare anche la casa madre, che ha confermato Lollipop suNexus 4, Nexus 5, Nexus 7 2012 e 2013, e Nexus 10.

HTC

HTC ha confermato l’aggiornamento ad Android 5.0 Lollipop per HTC One (M7) ed HTC One (M8), entro 90 giorni dalla pubblicazione del codice sorgente da parte di Google, il che ci proietta in pieno 2015. Confermati anche One mini 2 e One mini, sebbene senza date precise. Non ci sono ancora conferme per altri modelli della casa taiwanese, ma è facile pensare al nuovo Desire Eye, per non parlare dei modelli a 64-bit, in particolare Desire 820.

Huawei

Huawei non ha confermato nulla, ma è facile posizionare in prima linea Ascend Mate 7 ed Ascend P7. Più incerta, e comunque da rimandare al 2015 inoltrato, la sorte per gli altri modelli del produttore cinese.

LG

LG tace in materia al momento. Facile pensare ad un aggiornamento per LG G3 e G3 s, sebbene in tempi diversi, oltre che per la famiglia L Style 2014, o almeno per parte di essa. Nel mezzo ai due potrebbe collocarsi LG G2, ma fare ora previsioni sulla tempistica sarebbe un po’ troppo azzardato.

Motorola

Motorola ha prontamente confermato l’arrivo di Lollipop su tutta la sua gamma di “moto”: Moto G(2013, anche il modello LTE, e 2014), Moto X (2013 e 2014) ed anche sul piccolo Moto E. Nulla di cui lamentarsi quindi e conoscendo Motorola gli aggiornamenti arriveranno anche in tempi rapidi, probabilmente già da novembre / dicembre 2014.

NVIDIA

Shield Tablet sarà aggiornato ad Android Lollipop. Non ci sono conferme in merito alla precedente Shield Portable.

OnePlus

OnePlus One sarà aggiornato ad Android 5.0 entro tre mesi dal rilascio di Lollipop, come confermato da Cyanogen qualche mese fa. Non ci sono stati commenti dopo l’annuncio di Android 5.0, quindi diamo per scontato che nulla sia cambiato.

Samsung

Galaxy S5 e Note 4 sono in prima linea, ma, seppure con i suoi tempi, Samsung ha dimostrato di aggiornare pian piano anche modelli più vecchi, quindi includiamo con buona probabilità anche Galaxy S4Galaxy Note IIIGalaxy S5 mini. Arriveranno poi anche altri modelli, ma solo in seguito, quindi nel 2015 abbondantemente inoltrato, quindi avremo modo di riparlarne.

Sony

Sony aggiornerà tutta la famiglia Xperia Z, sia smartphone che tablet. Questo significa: Xperia Z, Xperia Z1, Xperia Z2, Xperia Z3, Xperia Z1 Compact, Xperia Z Ultra, Xperia Z3 Compact, Xperia Tablet Z, Xperia Z2 Tablet, Xperia Z3 Tablet Compact. I primi a ricevere l’aggiornamento, a partire dall’inizio del 2015, saranno i componenti della gamma Z3 e Z2; a seguire tutti gli altri.

Varie ed eventuali

Ci sono moltissimi altri produttori che probabilmente faranno uscire Android 5.0 Lollipop per alcuni loro modelli, ma è difficile elencarli tutti ora di preciso. Una menzione spetta ad Oppo, che però è appena passata a KitKat sui suoi top di gamma, quindi capirete benissimo che parliamo di tempi piuttosto larghi e ampiamente nel prossimo anno.

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio