Archivio di 15 settembre 2014

L’ABC di Android: come ripristinare il proprio dispositivo ai dati di fabbrica

android-warning

Nel caso in cui vogliate vendere il vostro smartphone, regalarlo ad un familiare o semplicemente eliminare ogni contenuto al suo interno è una buona idea effettuare un reset, ossia un Ripristino dati di fabbrica.

Questa delicata operazione consente di eliminare tutto ciò che si trova all’interno della memoria interna del dispositivo, così come di rimuovere tutti gli account associati al telefono e cancellare tutte le applicazioni scaricate, comprese le relative impostazioni. Non è un processo da eseguire a cuor leggero perché tutti i dati cancellati in questo modo non potranno più essere recuperati, ma tramite le impostazioni di sistema si riesce ad eseguire in totale sicurezza e facilità.

Prima di proseguire è una buona norma accertarsi di avere un livello di batteria sufficiente; per completare correttamente un ripristino del dispositivo dovete aprire le Impostazioni, e scegliere la voceBackup e ripristino. A questo punto è sufficiente selezionare la voce Ripristino dati di fabbrica e, dopo aver letto e compreso tutto ciò che verrà eliminato, possiamo dare conferma dell’operazione conRipristina dispositivo. In alcuni dispositivi può essere presente una voce da spuntare per cancellare o meno l’archivio interno, contenente tra gli altri musica, foto e video registrati dallo smartphone.

 

Minecraft e Mojang sono ufficialmente proprietà di Microsoft per 2,5 miliardi di dollari

Minecraft proprietà Microsoft

Le voci risalenti a qualche giorno fa riportate dal The Wall Street Journal si sono rivelate fondate:Microsoft ha acquistato Mojang, la software house svedese dietro all’enorme successo di Minecraft. L’unica inesattezza nella notizia messa in circolo dalla nota testata statunitense riguardava il prezzo relativo all’acquisizione della software house: il prezzo finale ammonta a 2,5 miliardi di dollari e non a “soli” 2 miliardi.

 

L’acquisizione di Mojang, e quindi di Minecraft, da parte di Microsoft si concluderà entro la fine dell’anno: ”Minecraft adds diversity to our game portfolio and helps us reach new gamers across multiple platforms.“, questo quanto riportato da Phil Spencer, capo della divisione Xbox di casa Microsoft, che continua affermando che la società vede un gran potenziale in un’eventuale espansione della community e del franchise. Il piano, continua Spencer, è di mantenere la compatibilità del gioco con tutte le piattaforme, Android compresa. Markus “Notch” Persson, proprietario di Mojang e creatore di Minecraft, non entrerà a far parte di Microsoft insieme alla sua software house. Niente da temere quindi per la versione dedicata al robottino verde: l’obiettivo del colosso statunitense è quello di non favorire alcuna piattaforma e di concentrarsi, in sostanza, verso tutte.

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio