Archivio di maggio, 2014

eBay colpito da un grave attacco: richiesto il cambio password a tutti gli utenti

Ebay Reports Quarterly Earnings

eBay è stato colpito da un attacco in un qualche momento tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo 2014, ma la falla è stata scoperta solo due settimane fa.

Sarebbero stati violati alcuni account dei dipendenti dell’azienda, permettendo così agli attaccanti di avere accesso ad un vasto database, che include anche password non criptate. Oltre a queste, il DB conteneva anche nome, email, numeri di telefono, indirizzi e altre informazioni personali degli utenti.

 

eBay dichiara che non sono stati compromessi dati finanziari e che nel frattempo non è stata osservata alcuna attività sospetta in seguito a questa falla. Ricordiamo inoltre che i dati di Paypal sono conservati in una rete separata, e pertanto non sono soggetti a rischi diretti derivanti da questo attacco.

eBay raccomanda comunque a tutti i suoi utenti di cambiare la propria password, e di modificarla anche in tutti quei siti in cui abbiano usato la stessa password di eBay. Sebbene non ci siano appunto particolari ragioni di allarmismo, è un consiglio che ci sentiamo comunque di sposare a pieno, anche solo per precauzione.

Facebook riconoscerà ciò in futuro che stiamo guardando o ascoltando per condividerlo

Facebook condivisione musica tv

Facebook ha presentato ufficialmente una nuova funzionalità in arrivo nei prossimi mesi nelle applicazioni per Android e iOS del famoso social network: si tratta di un nuovo modo per velocizzare la condivisione di ciò che stiamo facendo, in particolare se stiamo guardando la TV o ascoltando della musica.

Attivandola infatti, il microfono ascolterà ciò che noi sentiamo quando saremo alla schermata di condivisione (dovremo pur sempre fare la fatica di cliccare condividi), riconoscendo ciò che stiamo ascoltando e velocizzando così il procedimento.

 

Questa funzionalità verrà introdotta nei prossimi mesi solo negli Stati Uniti, ma prevediamo che prima o poi, soprattutto per la musica più che per i programmi televisivi, arriverà anche nel nostro paese

CyanogenMod aggiunge una modalità per “barare” ai benchmark

cid cyanogenmod community

Ricordate la vicenda che vedeva i produttori di smartphone “truccare” i dati dei benchmark? Sembra che ora anche CyanogenMod sia intenzionata a percorrere questa strada attraverso un profilo che abilita performance avanzate solamente quando si usano app come AnTuTu e Quadrant.

Una scelta sicuramente discutibile, perché pensiamo che all’utente dovrebbe interessare più la fluidità e l’esperienza utente fornita da un dato dispositivo piuttosto che un numero che significa poco in termini assoluti se estrapolato dal contesto.

 

Insomma, se possiamo dire la nostra vi consigliamo di fidarvi sempre meno dei benchmark: se già i punteggi non erano sempre indicativi in passato, in futuro pare che lo saranno sempre di meno, anche sulle custom ROM.

L’ABC di Android: Come abilitare l’installazione di apk

Android APK

La procedura di abilitazione dell’installazione di apk di terze parti (ovvero non provenienti dal Play Store) è in realtà molto semplice e spesso guidata dal tentativo stesso di installare una di queste app. Può comunque essere utile sapere dove poter ritrovare i passaggi corretti per abilitare o disabilitare quest’opzione in futuro.

Dal vostro smartphone dovrete accedere alle Impostazioni, trovare la voce relativa alla Sicurezza e poi abilitare la voce Origini sconosciute. Come avrete capito quindi i passaggi sono davvero pochi e semplici, ma è importante però chiarire che così si darà spazio a qualsiasi file apk all’installarsi dentro il proprio smartphone. Prestate sempre quindi molta attenzione a quello che installate.

 

 

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio