Versioni di Android

Google sembra veramente intenzionata a puntare sulla sicurezza per la prossima versione del robottino verde: a svelarcelo non sono solo i rumor che ce ne hanno parlato o le acquisizioni in questa direzione, ma soprattutto i commit dell’AOSP.

A commentarli ancora una volta è Chainfire, autore del famoso SuperSU, che ci spiega come nella prossima versione di Android, sia essa la 4.5 o la 5.0, sarà impedito alle app di scrivere nella partizione di sistema, nonostante i permessi di root.

 

Ciò implicherà che per svolgere determinate operazioni gli utenti avranno bisogno di eseguire un riavvio in modo che sia la recovery ad occuparsi della scrittura, come ad esempio i file manager, che incontreranno questa difficoltà, mentre molte altre applicazioni non saranno affette da questo cambiamento.

Detto ciò, nulla è definitivo: non possiamo essere certi che questi cambiamenti verranno davvero implementati, ma con una buona probabilità lo saranno: aspetteremo dunque il Google I/O per saperne di più.