Archivio di 5 aprile 2014

Niente più costi di roaming in Europa da Natale 2015

Commissione Europea

L’Europa continua spedita verso la strada che la porterà ad essere un’unica grande nazione, almeno sotto il punto di vista dei costi telefonici. Niente più balzelli di roaming a partire daldicembre 2015, questa è la “promessa” votata dal Parlamento Europeo, e che attende solo la ratifica dei vari ministri degli stati membri.

 

Le buone notizie comunque non finiscono qui, perché dovrebbe diventare illegale per gli internet provider europei bandire, bloccare o rallentare dello specifico traffico sul web a seconda della sorgente o della destinazione, il che metterebbe fine ad eventuali bastoni tra le ruote da parte dei provider a servizi a loro invisi.

Come già detto, aspettiamo ancora la ratifica dei vari stati membri prima di gioire anzitempo, ratifica che dovrebbe arrivare entro fine 2014, per dare poi il tempo di preparare tutto per l’anno successivo.

Google starebbe pianificando di rinnovare le proprie app in modo significativo

nuovo gmail

Giusto ieri abbiamo parlato delle funzionalità di un futuro aggiornamento di Gmail, mostrato nello screenshot sopra (la grafica non dovrebbe essere definitiva) e oggi abbiamo nuove notizie al riguardo. Oltre a confermare la veridicità della notizia precedente, una diversa fonte rincara la dose aggiungendo altri dettagli.

 

Prima di tutto le novità di questa versione  arriveranno anche su iOS e sul web, il che non ci sorprende più di tanto essendo in linea con la politica sempre adottata da Google. L’aspetto inoltre non sarà quello di un comune client mail che vi mostrerà la vostra casella, bensì ogni mail verrà visualizzata a schermo intero, con le opzioni per cancellarle, archiviarle, oppure rinviare la notifica. Certo, vi sarà ancora una lista da consultare, ma questa passerà in secondo piano.

Questo focus sui contenuti mostrati a schermo intero non sarà solamente una prerogativa di Gmail però, dal momento che Google starebbe spingendo in questa direzione anche per molte altre app all’interno di un’iniziativa che tra le mura di Mountain View è chiamata “Google 2″, con l’idea dicontenuti scalabili dai display più piccoli, come gli smartwatch con Android Wear e Google Glass, fino ad arrivare ai PC con la fermata intermedia di smartphone e tablet.

Certo, se così sarà vedremo un grande cambiamento che è davvero difficile da valutare a priori: quando queste novità verranno alla luce non è dato saperlo, ma il Google I/O potrebbe essere il palcoscenico ideale per tale annuncio.

Google aggiunge una nuova sezione “Persone” all’app del Play Store

People

Pare non sia ancora comparso su tutti gli smartphone ma Google starebbe rilasciando una nuova funzionalità per il Play Store direttamente legata alla cronologia delle attività che recentemente è comparsa anche nella versione web del famoso negozio di applicazioni.

Grazie alla nuova sezione dello store di Google “People”, che immaginiamo verrà tradotto in italiano con “Persone” anche se sui nostri smartphone la funzionalità non è ancora apparsa. Essa ci mostrerà le raccomandazioni e le recensioni dei nostri contatti di Google+, permettendoci anche di seguire nuove persone rendendo così i nostri acquisti un po’ più social.

 

Non c’è nessun nuovo apk da scaricare dal momento che il cambiamento sembra avvenire automaticamente ed essere dunque controllato tramite server, e probabilmente verrà rilasciato per tutti nelle prossime ore o nei prossimi giorni.

Cyanogen Inc. presenta il suo nuovo logo, ma niente paura per Cid che vivrà ancora a lungo

cyanogenmod logo

Cyanogen Inc. sta facendo passi in avanti, e per sancire la sua crescita anche agli occhi del mondo lancia ora un nuovo logo, che ne ribadisca le origini ma ammicchi anche al futuro. Vi sembra un po’ troppo pretenzioso per un semplice simbolo? Aspettate un attimo che ne facciamo la “parafrasi”.

 

brand_reveal_2

L’esagono al centro rappresenta l’importanza dell’utente, vero punto focale del brand; la “C” stilizzata che lo circonda unisce l’azienda e la comunità, gli sviluppatori e i fan, che lavorando insieme hanno portato agli utenti un ambiente sicuro e privo di restrizioni (per questo la “C” non è una “O”). Infine, quella sulla destra è una freccia che punta avanti, ovviamente in direzione del futuro.

Difficilmente avremmo visto tutte queste cose da soli in un simbolo, ma la spiegazione di CM in effetti ha un senso. Il nuovo simbolo si riferisce comunque solo all’azienda Cyanogen Inc., non al firmware CyanogenMod, che continuerà a fregiarsi di Cid per lungo tempo.

brand_reveal_3

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio