Archivio di marzo, 2014

L’Olanda legalizza le SIM senza operatore telefonico associato

Sim card

L’Olanda è un paese in cui la parola liberalizzazione è molto frequente e l’ultima che il parlamento olandese ha approvato, seppure sia meno “trasgressiva” di molte altre, è sicuramente molto utile: la nazione dei tulipani diventa infatti la prima in cui le SIM non saranno più esclusivamente legate ad un operatore, ma libere.

Cosa significa in termini pratici? Semplice, immaginate di comprare una SIM e poter scegliere la tariffa tra tutte quelle offerte nel vostro paese. Ne è uscita una più conveniente e ora volete cambiarla? Nessun problema, non vi serviranno scartoffie e documenti, dal momento che la SIM rimarrà la stessa. Questa legge dovrebbe dunque favorire la concorrenza tra operatori rendendo le tariffe più economiche e semplificando la vita agli utenti.

 

Purtroppo nelle altre nazioni tra cui l’Italia una SIM simile è illegale ma in fondo non possiamo che sperare in una riforma simile anche nel nostro paese; chissà, magari un giorno saremo accontentati.

L’ultima beta di WhatsApp porta novità per la modalità landscape

WhatsApp landscape

Ancora piccole novità per WhatsApp, la popolare app di messaggistica istantanea: in attesa dellechiamate tramite VoIP l’ultimo acquisto di Facebook ha introdotto nella sua ultima beta una modalità landscape migliorata, in cui la tastiera non occupa tutto il display ma solo in parte. Questa gestione dello spazio è sicuramente migliore, e ci consente di vedere se magari il contatto a cui stiamo scrivendo è online in quel momento.

La barra nella quale scriviamo si espanderà man mano che il testo del nostro messaggio aumenta ma non arriverà mai a coprire la action bar che rimarrà quindi sempre visibile: un buon aggiornamento sia dal punto di vista funzionale che da quello estetico, in particolar modo per cui scrive spesso mettendo il proprio smartphone in orizzontale.

 

Potete scaricare questa beta di WhatsApp, che include tra le altre cose anche le emoji animate, dal sito ufficiale, consapevoli che per definizione di beta potrebbero essere presenti dei bug.

Primi avvistamenti di una nuova build del robottino verde

Android KTU65

Tradizionalmente Google è solita rilasciare due nuove versioni di Android all’anno, uno nel mese di luglio e una seconda alla fine di ottobre: non sappiamo ancora se questo schema si ripeterà anche in questo 2014 ma nel frattempo una nuova build del robottino verde è apparsa nel bug tracker di Chromium su un Nexus 5.

Cosa rappresenta dunque la build KTU65? L’unica cosa certa è che risale al 6 marzo di quest’anno (secondo la nomenclatura delle versioni di Andrid la terza lettera, la U corrisponde al Q1 2014, mentre 65 è il giorno del trimestre) ma spingerci oltre con le ipotesi non è facile: in linea teorica potrebbe essere l’aggiornamento promesso da Google per alcuni problemi di consumo eccessivo della batteria su Nexus 5, ma visto il periodo nulla vieta che possa essere anchequalcosa di più corposo che il team di Android sta preparando per i prossimi mesi.

 

Speriamo dunque di saperne di più nelle prossime settimane o mesi dal momento che in casi come questi Google solitamente si lascia sempre sfuggire qualche informazione prima del tempo.

Facebook sta provando in beta una nuova notifica persistente, con tanto di foto profilo

Facbeook-Android-notification-520x202

Che ne direste di una notifica persistente, ovvero impossibile da rimuovere, che mostri sempre lo stato del vostro Facebook? Foto profilo, link alla vostra home, richieste di amiciziamessaggi, e notifiche. C’è un po’ tutto quello che trovereste compresso nella barra del social network, solo che, anziché dover aprire l’app, l’avrete a portata di mano nella barra delle notifiche di Android.

 

Certo c’è il rovescio della medaglia, ovvero avere una notifica sempre occupata, per lo più con i propri dati, che chiunque prenda il nostro telefono in mano anche solo per un secondo vedrà. Facebook rassicura quindi che questa funzione è al momento in beta test solo ad un gruppo ristretto di utenti, ed in ogni caso è un’opzione che è possibile disabilitare: basta cliccare sulla “i” all’estrema destra e saremo catapultati alle impostazioni dell’app, dove potremo mettere a tacere per sempre la notifica persistente.

Se qualcuno dei lettori facesse parte di questo ristretto gruppo di eletti, lo invitiamo a condividere con noi le sue impressioni circa la nuova notifica persistente di Facebook

  • Categorie

  • Pubblicità

  • Top Categorie

    • Selezione categoria
Torna all'inizio